Archivi categoria: StartUp

Da piccolo farò lo scienziato …

PLaNCK; il logo della rivista

Raramente ospito sulle mie pagine lanci di esperienze editoriali. Per paradosso (e a maggior ragione), non lo faccio neanche quando intravedo possa trattarsi di un’esperienza interessante, perché credo poco che una buona idea abbia bisogno di spinte volutamente forzate per farsi conoscere. Con tutti i mezzi ‘social’ disponibili oggi, se un’idea è buona prima o poi emerge alla grande da sola.

Ma nel caso di PLaNCK! ho deciso di fare un’eccezione. Per vari motivi:

Perchè si tratta di un progetto unico nel suo genere perlomeno in Italia.

Perchè idealmente ma in modo magistrale, collega il mondo universitario ad una platea giovanissima (9-11 anni). Aprendo infatti le porte dei laboratori e raccontando l’attività scientifica che vi si  svolge  all’interno, tenta di compiere di fatto la ‘terza mission’ dell’Università, cioè la costituzione di un ‘patrimonio sociale’ di conoscenza mediante la condivisione della cultura scientifica.

Per il metodo utilizzato dallo staff che unisce il rigore scientifico al divertimento, avvicinando di fatto i più piccoli non più all’Università come ad un qualcosa di lontano e misterioso, quanto piuttosto ad un luogo accessibile, appassionante e assolutamente ‘reale’.

E infine per la scelta di pubblicare la rivista bifronte in due lingue: utile sia per gli studenti di lingua non italiana, sia per permettere l’ampliamento delle conoscenze tecnico-linguistiche del bambino.

Tutto questo è la rivista PLaNCK! , frutto dell’intuizione di Agnese Sonato e Marta Carli, due dottorande dell’Università di Padova e realizzato da uno staff di una decina di persone col sostegno dei Dipartimenti di Fisica e di Chimica.

Dopo la pubblicazione di un numero pilota (scaricabile gratuitamente da questo pagina), verificato dal vivo con i bambini in classe è prevista per il prossimo gennaio l’uscita del numero uno sul tema La Luce e l’Ottica. Proprio in preparazione all’uscita del numero uno, la redazione ha organizzato un evento parallelo che avrà luogo venerdì 13 dicembre a partire dalle 15:00 presso il Dipartimento di Fisica e Astronomia.

I dettagli completi direttamente sul sito di PLaNCK!

Suggerisco di seguire il progetto perché merita veramente…

Links e contatti:

Homepage
Abbonamenti 2014
redazione@planck-magazine.it
facebook

Curiose, dispettose, disubbidienti e indisponenti …

La copertina del libro

Streghette Combinaguai – La cover

ma anche terribilmente simpatiche.

Si sono fatte desiderare ma alla fine eccole qua: Le Streghette Combinaguai.

Il nuovo lavoro di Elisa, nella versione interattiva curata da me è finalmente disponibile su iBookstore.

Quattro piccole streghe pasticcione stanno per mettersi nei guai! Non hanno molta voglia di studiare ma moltissima di combinare disastri. E quando si mettono in testa di cercare nella stanze della scuola di stregoneria il libro con gli incantesimi stregosi incominciano a farne di tutti i colori.

Pur essendo destinato ad un pubblico di giovani lettori, questo libro contiene tutti gli ingredienti utili per chi vuole conoscere tecniche, metodi e regole per la scrittura di un ePub di questo tipo mantenendosi nei binari dello standard 3.0.

Questo il link per scaricare la versione per iPad (assolutamente gratuita).

Available_on_the_iBookstore_Badge_IT_146x40_0824

A breve inizierò a postare una serie di contenuti sulle principali tecniche utilizzate.

A voi commenti, contributi e … condivisione!


iBookstore nuovo aggiornamento: introdotta la specifica di libro con contenuti espliciti.

No Lifeguard On Duty sign - Toadsith's - 8-Ago-2006 - United States

No Lifeguard On Duty sign – Toadsith’s – 8-Ago-2006 – United States

Apple ha rilasciato la versione 2.9 di iTunes Producer, il tools per pubblicare su iBookstore.
Da un punto di vista tecnico si tratta di un aggiornamento minore; le modifiche riguardano sostanzialmente la descrizione e gli attributi dei contenuti.

Queste le novità:

Inclusa la possibilità di specificare se il libro contiene o meno contenuti sessuali espliciti.
Selezionando questo flag il libro viene distribuito con un warning sui contenuti. L’account iTunes che presenti le restrizioni al download di contenuti espliciti non sarà in grado di effettuarne il download.
Inibita per questi utenti anche la visione dell’immagine di copertina e la lettura della descrizione del libro.
A tutela dei lettori, se si pubblica un libro con questa modalità e si cambia idea dopo la sua pubblicazione, l’unico modo per modificarne l’impostazione è passare attraverso il supporto Apple.

Migliorata la gestione dell’indicazione della sequenza di un titolo facente parte di una serie.
Apple ha introdotto il nuovo parametro Store Display Number.
Con questo parametro posso etichettare e nominare il volume all’interno di una serie, indipendentemente da qualsiasi numero o espressione avessi usato in fase di upload.

Caricamento screenshots
È ora possibile trascinare screenshot multipli con un semplice drag n’drop anziché caricarli uno alla volta.

Specificare se il titolo è multi-touch.
È possibile specificare se il titolo che stiamo caricando sia o meno un libro multi-touch.
Questi ultimi sono progettati esplicitamente per iPad e non per iPhone o iPod touch. L’utilizzo di questo parametro salvaguarda gli utenti possessori di questi dispositivi da download di materiale che non potrebbero utilizzare.
Il parametro è disponibile solo per titoli nuovi e non per quelli precedentemente già caricati.


ePUB3: ci sei veramente o ci fai?

 

Wood - Mn-que - Poland - 24 lug 07

Wood – Mn-que – Poland – 24 lug 07

 

Approfitto di questo articolo di Liz Castro, uscito questa mattina per raccontare alcune mie esperienze e per confermare quello che dico da qualche tempo: ePub3 è maturo e il supporto che i devices delle varie marche gli garantiscono è sempre più confortante.

Il supporto fornito da Readium (sotto Crome), o da Kobo è quasi al massimo se si esclude qualche sbavatura nelle funzionalità più evolute di ePub3. La stragrande maggioranza delle caratteristiche di ePub 3 è correttamente interpretata da iBooks e anche Kobo per iOS nella sua ultimissima versione si comporta bene . Rarissimi problemi si riscontrano nelle conversioni operate da Kindle Previewer verso il formato KF8.

In poche parole: ci siamo

Addirittura la compatibilità tende ad essere retroattiva. Ecco spiegato perché IDPF ha mantenuto il file toc.ncx parallelamente al nuovissimo nav.xhtml. I nuovi lettori non si curano del primo e usano il secondo, ma i vecchi lettori cercano (e trovano) esclusivamente il primo. Ovviamente questa retro-compatibilità ha senso su documenti abbastanza semplici.

Altro dato importante segnalato da Liz e che ho sperimentato anch’io proprio pochi giorni fa con un libro che sto producendo, riguarda il media-overlay, cioè la sovrapposizione/sincronizzazione tra voce narrante e testo scritto di cui avevo parlato in questo post. Fino ad oggi avevo utilizzato questo strumento esclusivamente su iPad usando le specifiche dettate da Apple. Ho preso l’ePub e ho convertito tutte le specifiche di media-overaly secondo il dettame di IDPF (e le differenze non erano di poco conto). Bene: l’ePub ottenuto ha superato ovviamente la fase di convalida con ePubCheck, viene letto benissimo da Readium, ma la cosa interessante è che gira senza problemi anche su iPad.

E non stiamo parlando di funzionalità semplicissime.

Alcuni difetti fastidiosi che ho rilevato, riguardano stranamente certe formattazioni testuali nei CSS che sono diversamente interpretate dai vari sistemi. Dico stranamente perché credo che ormai sulle formattazioni di testo non ci dovrebbe essere più niente da dire. Eppure…
Comunque ci stanno lavorando e in tempo zero arriveranno le soluzioni.

Confermo, da ultimo, la sbavatura in Readium rilevata da Liz sempre sul media-overlay: Readium nella fase di ascolto della voce narrante, non evidenzia le parole in lettura, nonostante il corretto utilizzo dei comandi e della loro sintassi. Anche qui attendiamo sviluppi imminenti.

Cosa ne pensi? Non è tutto oro quello che luccica e c’è ancora strada da fare, ma non pensi che si tratti di una svolta importante?