Libri di testo digitali. L’interessante esperienza Inkling.


Si resta affascinati a guardare i video di esempio pubblicati da Inkling su Vimeo. Pensiamo alle infinite e interessantissime possibilità che si schiudono. Cosa ne pensate? È questa la vera rivoluzione dell’editoria elettronica? Ci sarà posto nella scuola per questi strumenti?

Fonte: Inkling.com


2 responses to “Libri di testo digitali. L’interessante esperienza Inkling.

  • Luke

    Il libro digitale potrà sostituire quello cartaceo nella scolastica solo nel momento in cui cesserà di essere un prodotto e diventerà un servizio.
    Ad oggi non vedo una reale applicazione del libro digitale a scuola. Gli editori sono terrorizzati dal fatto che gli studenti possano passarsi gli ebook copiati, le famiglie sono preoccupate dal fatto che per utilizzare gli ebook devono dare in mano ai figli degli strumenti che costano centinaia dia euro, e che possono perdere o rompere così come fanno con i cellulari.

    Il sistema scolastico digitale, nella mia visione, è totalmente un servizio. Il libro di testo non si acquista, ma si paga ad inizio anno il diritto ad usufruirne, versando la quota insieme a quella di iscrizione all’anno scolastico. Gli editori percepiscono così il compenso per il loro lavoro sul 100% degli alunni delle classi che adottano il dato testo. A questo punto, che gli alunni copino pure i testi, gli editori risparmiano sulla distribuzione!

    E un servizio deve essere anche il reader. Un reader progettato appositamente per le scuole, robusto abbastanza da poter essere portato in cartella, interattivo, cosicché si possano svolgere i compiti direttamente sul reader, e dotato di connettività, in modo che i proprî lavori non risiedano sul reader stesso, ma sul cloud scolastico.

    E se il lettore si rompe, anche pochi minuti prima della lezione? Nessun problema: si passa dalla solita cartoleria sotto la scuola e si cambia con uno nuovo. I testi ed i compiti li ritroveremo lì, non appena inserite le credenziali personali.

    È ovvio che un sistema didattico di questo tipo deve essere realizzato ripensando totalmente il sistema scolastico nazionale, altrimenti la “rivoluzione digitale” potrà essere un’opportunità per pochi, e rimarrà relegata a didattica accessoria.

    Luke

    p.s.:nel tuo articolo, sostituisci la E’ con una È… Fa tanto brutto a vedersi🙂

    Luke

    • jeanpaul27

      Si Luke! Proprio qui si dovrebbe arrivare: il libro come strumento di sapere (senza demonizzare il guadagno a mio parere, ma dandogli il giusto valore). Credo comunque che nei prossimi anni vedremo cose interessanti da questo punto di vista.
      JP

      P.S. grazie per la simpatica correzione🙂

E tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: